Branding – Dior

Tutti abbiamo visto la sfilata Dior a Lecce. Un evento straordinario, che, insieme alla Shanghai Fashion Week di marzo, evidenzia come la moda da subito si sia posta nell’atteggiamento di chi deve e può trovare vie alternative alle difficoltà create dal virus, per reagire, costruttivamente. Creatività, awareness, vendite.

Come? Ad esempio a marzo 2020 la Shanghai Fashion Week ha lavorato con Tmall per promuovere e condividere il programma della sfilata di sette giorni su Taobao Live. Invertendo la decisione iniziale di posticipare l'evento, oltre 150 marchi e designer hanno presentato le poprie collezioni autunno / inverno tramite passerelle virtuali utilizzando schermi verdi e realtà aumentata Gli spettatori potevano acquistare oggetti mentre scendevano in passerella, ascoltare i commenti di modelli e designer in tempo reale e porre domande durante il live streaming. Le vetrine di apertura hanno generato oltre 20 milioni di RMB (2,82 milioni di USD) nel volume lordo delle merci. Le vetrine della settimana della moda digitale si sono svolte anche a Londra, Parigi e Copenaghen. E poco fa Dior ha scelto Lecce per l’evento in presenza per coinvolgere con le radici della bellezza barocca nella nuova collezione.

Modelli, mondi e modi per raccontare il fascino dei brand, coinvolgere, fidelizzare, portare all’acquisto.